Traduzioni (&) pulsanti

I laboratori Microsoft hanno messo a punto questo nuovo bookmarklet   che permette di tradurre in linea le pagine web su tutti i browser. È sufficiente scegliere la propria lingua e trascinare il collegamento sulla barra dei preferiti per creare il  pulsante Traduci. Al nostro click sul pulsante la traduzione apparirà sulla stessa pagina del browser.

A quanto pare un’ alternativa al già famoso Google Translate che non sempre fornisce traduzioni accurate. Per il momento il traduttore di Microsoft supporta però solo 36 lingue contro le 64 di Google. Per il momento..

Annunci

Se perdo anche te

Se anche voi siete fra coloro che  perdono la chiavetta USB una volta a settimana e quando la ritrovano non è mai  quella giusta,  Dropbox  potrebbe essere un utile suggerimento.

Si tratta di un software che permette l’archiviazione in rete di qualsiasi tipo di file. Previa registrazione, viene fornito uno spazio  gratuito di 2Gb che diventa così un hard disk in remoto accessibile da qualsiasi postazione internet (niente più bisogno di USB!)

Una volta scaricato il programma, sul pc viene creata una cartella residente che verrà sincronizzata con l’archivio remoto ad ogni sua modifica. Il contenuto della cartella può essere condiviso con altri utenti registrati a Dropbox.

Funziona con PC, Mac, Linux e ha anche una versione per IPhone.

Aiuta le biblioteche!

La recente legge Levi (n.128 del 27 luglio 2011) limita gli sconti a favore delle biblioteche per l’acquisto di libri.

Le biblioteche possono ottenere come sconto dai fornitori solo il 20% del prezzo di copertina, mentre prima della legge gli sconti potevano essere più alti.

Nella difficile situazione attuale dei bilanci pubblici, e delle biblioteche in particolare, si tratta di una penalizzazione e di un aggravio poco simpatico.

E’ in corso, nel tentativo di portare alla ribalta il problema e magari riuscir a far pressione sulla classe politica al fine di liberalizzare tali sconti.

La Biblioteca di S. Donato Milanese ha preparato una petizione che vorrebbe indirizzare al Presidente della Repubblica, una volta raccolto un congruo numero di adesioni (scadenza intorno a metà ).

La petizione si può sottoscrivere on line a questo indirizzo:

<http://www.petizionionline.it/petizione/liberalizzazione-degli-sconti-alle-biblioteche-per-lacquisto-dei-libri/5130>

Chiediamo a tutti i lettori e a tutti i ricercatori e gli studiosi di sottoscrivere questa petizione.

Al seguente collegamento
<http://letture.wordpress.com/2011/09/30/la-petizione-al-presidente-e-on-line/>
trovate anche un modulo pdf per l’adesione cartacea.

Maurizio Zani

Perish!

Publish or perish?

Se i ricercatori sono in difficoltà, sempre in corsa e in concorrenza, con il rischio di essere tagliati fuori dalla gara che conta, per le biblioteche, invece, non ci sono alternative. Sembrano destinate a morire.

I costi della documentazione scientifica non risentono di nessuna crisi. Le riviste più prestigiose aumentano ogni anno i costi per l’accesso ai loro siti. Con un ritmo frenetico.

Un esempio per capirci.

New England Journal of Medicine, la rivista n. 1 del settore Medicine (IF 2010 53,486).

Quali sono i costi di accesso per l’Università di Bologna. Mettiamoli in fila.

anno costo in € aumento %
2009 4500 + iva 20%
2010 5100 13,33 + iva 20%
2011 5745 12,65 + iva 20%
2012 6330 10,18 + iva 21%

Negli ultimi 3  anni, un incremento annuale superiore al 10%!

Credo che tutti sappiano, invece, a quale ritmo abbiamo marciato i budget degli Atenei e delle Biblioteche negli stessi anni.

Per fortuna, non tutti i contratti di accesso e abbonamento hanno subito questo incremento. Ma se il trend non si interrompe, sarà ben difficile in un prossimo futuro continuare a scaricare articoli.

By Maurizio Zani