FameLab: il talent show anche a Bologna

Tre minuti per spiegare nel modo più chiaro possibile un tema scientifico a scelta. La competizione per scienziati, dottoranti, ricercatori, studenti, docenti, nata nel 2005 al Festival della Scienza di Cheltenham arriva anche in Italia. L’appuntamento bolognese, venerdì 30 marzo all’Arteria

FameLab, il talent show scientifico nato nel 2005 in Inghilterra e oggi adottato da ventuno paesi in tutto il mondo, arriva anche in Italia. Quatto le città in cui si svolgerà la prima edizione: Napoli, Trento, Bologna e Perugia. A Bologna l’appuntamento, patrocinato anche dall’Alma Mater, è per venerdì 30 marzo, dalle 18, all’Arteria (vicolo Broglio, 1/e).

Come funziona
FameLab è
un talent show scientifico nato nel 2005 al Festival della Scienza di Cheltenham, in Inghilterra, e promosso dal British Council, l’ente britannico che si occupa di promuovere le relazioni culturali e le opportunità educative. Funziona così. Possono partecipare liberamente giovani scienziati, ricercatori, studenti universitari e docenti di materie scientifiche. Ogni concorrente ha a disposizione un tempo molto limitato, tra i tre e i cinque minuti, per spiegare nel modo più chiaro e comprensibile possibile un argomento scientifico a scelta. Una giuria composta sia da scienziati che da esperti di comunicazione valuta gli interventi e decreta il vincitore.

La gara
A ogni partecipante è chiesto di preparare due presentazioni in italiano di tre minuti l’una da presentare durante le due sessioni consecutive che si svolgeranno dalle 18 in poi
. Il primo e il secondo classificato potrà partecipare ad una masterclass di approfondimento degli elementi base della comunicazione della scienza che si terrà a Perugia nel mese di aprile. Sempre a Perugia, il 4 maggio i primi due classificati di ogni selezione locale si sfideranno nella finale nazionale. Il vincitore rappresenterà poi l’Italia a Cheltenham per la finale internazionale in programma il 16 giugno prossimo.

Iscrizioni
Le informazioni e modalità per iscriversi alla sezione bolognese di FameLab sono
su Formicablu: c’è un modulo da compilare e spedire all’indirizzo bologna@famelab-italy.it entro le 12,30 di venerdì 30 marzo.

Fonte: Unibo Magazine

YEAS: giovani esperti cercasi

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha istituito lo scorso 18 febbraio la Banca Dati YEAS Young European Assessors.

 

Si tratta di un’importante opportunità per giovani con adeguate competenze tecnico-scientifiche di collaborare con l’AIFA alla valutazione dei dati sui medicinali per uso umano. A oggi, dopo soli dieci giorni dalla sua istituzione, sono già 31 gli assessors che hanno effettuato l’iscrizione. L’AIFA, ove non possa far fronte con il personale in servizio alle specifiche esigenze tecniche in materia, selezionerà gli esperti tra quelli iscritti alla Banca Dati.Tutti i giovani, preferibilmente al di sotto dei 35 anni, in possesso dei requisiti richiesti, fra cui ottima padronanza della lingua inglese, laurea in Medicina e Chirurgia, Farmacia e altre aree scientifiche, adeguata qualifica e significativa esperienza professionale nella progettazione, conduzione, coordinamento e valutazione di trial clinici a scopo registrativo, potranno iscriversi alla Banca Dati seguendo le istruzioni riportate sul portale dell’Agenzia, all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it. La validità della Banca Dati sarà di tre anni e le richieste di collaborazione potranno essere presentate durante tutto il periodo.Gli assessors dovranno attenersi scrupolosamente alla rigorosa Policy sul conflitto di interessi adottata da AIFA che ha realizzato, prima fra le Agenzie regolatorie europee, un regolamento ispirato ai principi stabiliti dall’EMA, specificando nel dettaglio i criteri per la definizione dei conflitti nel rispetto dei principi fondamentali di appartenenza, trasparenza e responsabilità.

Per i dettagli sull’iscrizione alla banca dati YEAS: www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/banca-dati-di-giovani-assessors-europei

Fonte:AIFA